News software, hack, torrent, mIRC

Collegare il pc alla tv


Capita spesso di voler collegare il PC alla TV, e per molteplici ragioni: per esempio per vedere meglio un video da YouTube, o per riprodurre un film, vedere delle foto insieme a molte persone, o semplicemente per sopperire alla scarsa potenza audio del computer. Insomma, collegare PC e TV è spesso molto utile, ma non altrettanto semplice. Possedendo infatti sia un computer che una televisione di ultima generazione, o comunque abbastanza recenti (non più le TV con schermo a tubo catodico, per intenderci), collegare i due dispositivi sarà molto semplice, basterà un cavo HDMI. Le cose sicomplicano quando abbiamo a che fare, infatti, con TV e PC più datati, perché sono diverse le porte presenti.

I cavi per collegare PC e TV sono vari e tra loro diversi, anche se, non avendoci avuto mai a che fare, può verificarsi qualche dubbio sulla connettività dei propri dispositivi, su quale cavo servirebbe dunque per collegarli, che sembianze possa avere lo stesso, e via discorrendo. Vediamo quindi nella gallery i cavi o i relativi ingressi di quelli che sono i 5 tipi di cavi più utilizzati comunemente per trasmettere da computer a televisione.


Collegare il PC alla TV: come fare


I mode per collegare PC e TV tramite cavo sono 5, vediamoli uno per uno secondo l’ordine generazionale:


Cavi RCA: 3 terminali con 3 colori annessi, giallo per il video, rosso e bianco per l’audio stereo. Quasi tutti i TV ne sono dotati, e anche quasi tutti i computer desktop. Non si trovano molto di frequente nei notebook.

Cavo HDMI: il metodo attualmente più semplice, veloce, e performante. Basta connettere il cavo al computer o al notebook (quasi tutti i portatili recenti lo supportano) e si otterranno audio e video del computer sul TV, ed in alta qualità.

Cavo S-Video: cavo abbastanza datato, che però troveremo molto utile per collegare computer e TV datati anche utilizzando adattatori per Scart che si trovano in commercio a prezzi molto accessibili. Gestisce solo il flusso video, per cui sarà necessario utilizzarlo associandolo ad un jack audio tradizionale da collegare separatamente a PC e TV.

Cavo VGA: il classico cavo utilizzato per collegare PC e monitor, o stampanti. Non proprio il massimo della comodità, con una porta anche ingombrante, ma si tratta di una connessione supportata da quasi tutti i computer e da gran parte delle televisioni più recenti. Anche in questo caso l’audio non è trasmesso, per cui dovremo utilizzare un cavo audio secondario.

Cavo DVI: come il precedente VGA, la Digital Visual Interface è un’interfaccia utilizzata per la trasmissione del segnale video, molto comune il supporto da parte di PC e TV. Da segnalare la presenza in commercio di adattatori da DVI ad HDMI.

Visti i diversi cavi che permettono di collegare PC e TV passiamo alla pratica. Il primo passo da compiere è quello di osservare attentamente gli ingressi e le uscite sia del proprio computer che del proprio televisore. Se troviamo due ingressi compatibili dovremo dotarci del cavo adatto, in caso contrario non basterà il cavo, ma verrà aggiunto anche un eventuale adattatore per lo spinotto. Una volta che abbiamo collegato il PC e la TV fisicamente, dovremo accendere quest’ultima e selezionare il particolare input dalle impostazioni, (es. HDMI o AV), e subito dopo dovremmo poter avere accesso al desktop sul monitor della TV.

Ora, la risoluzione potrebbe mostrare immagini estremamente sgranate e grandi o con buona qualità ma piccole: per risolvere questo problema, aggiustate la risoluzione dello schermo a vostro piacimento dalle impostazioni del vostro computer. Per fermare la trasmissione dal PC al televisore è sufficiente staccare i cavi che collegano i dispositivi, e tutto tornerà esclusivamente sul PC.

Come misurare la velocità della connessione ADSL

Se vogliamo conoscere la velocità della connessione ADSL per sapere quanto navighiamo veloci in Internet possiamo utilizzare lo speed test di Ookla, il leader mondiale nei test a banda larga e nelle applicazioni di diagnostica di rete.

Ookla Speedtest è un servizio gratuito per l’analisi dei parametri di accesso a Internet e della velocità di connessione dati. È il test di verifica della velocità della connessione ADSL più utilizzato al mondo e garantisce risultati estremamente affidabili. Ookla speedtest è in grado di misurare la larghezza di banda e la latenza della connessione Internet nei confronti di un qualsiasi server nel mondo.
Grazie a questo speedtest possiamo verificare se la velocità ADSL con cui navighiamo in Internet corrisponde a quella indicata nel nostro contratto. Il test può essere effettuato con qualsiasi operatore Internet italiano (Fastweb,InfostradaTelecomTiscaliVodafone).

Come effettuare lo speed test della velocità ADSL

Per misurare la velocità della connessione ADSL dobbiamo collegarci al sito ufficiale di Ookla Speedtest.
Aspettiamo il caricamento della pagina.
Facciamo clic sul pulsante INIZIA TEST.
In pochissimo tempo verrà calcolata la velocità della connessione Internet.
Al termine del test verranno visualizzate la velocità di download e la velocità di upload, entrambe calcolate in Mbps.

Come leggere i risultati ottenuti nello speed test

Cos’è la velocità di download

La velocità di download è il tempo impiegato per ricevere i dati da un server al nostro computer.
La velocità di download viene misurata in Mbps (Megabit per secondo). 1 megabit corrisponde a 1000 kilobit (1000000 di bit).
Più il valore è alto maggiore sarà la velocità di download e di conseguenza il tempo che il nostro computer impiegherà ad esempio per caricare una pagina web oppure visualizzare una email o un video su YouTube.
La velocità di download è sempre maggiore della velocità di upload. Questo perchè la maggior parte delle attività on-line consiste di download.

Cos’è la velocità di upload

La velocità di upload è la velocità con cui inviamo i dati dal nostro computer verso gli altri. L’upload è ad esempio il tempo di caricamento necessario per inviare un file via email.
Anche la velocità di upload viene misurata in Mbps.
Più il valore è alto maggiore sarà la velocità di upload.

Cos’è il ping

Il ping indica il tempo di reazione della connessione. E’ il tempo impiegato per ricevere una risposta dopo aver effettuato una richiesta al server.
Il ping viene misurato in millisecondi (ms).
Più il valore è basso maggiore sarà la velocità di risposta e di conseguenza la reattività della connessione.

Come effettuare lo speedtest nel modo corretto

Per ottenere un risultato migliore dallo speedtest prima di misurare la velocità della connessione ADSL:
• spegnamo eventuali altri computer collegati al modem/router nella rete locale. L’unico computer attivo deve essere quello che effettua il test.
• arrestiamo tutti i download in corso.
• chiudiamo tutte le finestre del Web Browser (Chrome, Firefox, Internet Explorer) e i programmi di posta elettronica.
• chiudiamo i programmi di chat e i programmi di messaggistica istantanea.
• chiudiamo i programmi peer-to-peer come BitTorrent o eMule e tutti i programmi che potrebbero utilizzare la connessione Internet.
• chiudiamo Skype e tutti i programmi che generano traffico VoIP (telefonate tramite Internet) durante il test.
• disattiviamo temporaneamente l’antivirus.
• stacchiamo dalla rete oppure spegnamo eventuali Set-Top Box per servizi di IPTV (Internet Protocol Television), i sistemi di trasmissione dei segnali televisivi sulla rete Internet.
Importante: quando è possibile, prima di misurare la velocità della connessione ADSL, utilizziamo la connessione Ethernet cablata invece della connessione Wi-Fi. Utilizzando la connessione via cavo elimineremo la possibilità di ottenere dei risultati disturbati da eventuali interferenze wireless. Connettiamo direttamente il computer al nostro modem/router utilizzando il cavo Ethernet e spegnamo o disattiviamo la connessione Wi-Fi del modem/router.

Come viene calcolata la velocità della connessione internet?

Prima di tutto viene determinata la nostra posizione sulla mappa mondiale e vengono visualizzati i server più vicini al nostro punto di accesso a Internet.

Dopo aver premuto il pulsante INIZIA TEST vengono determinati un massimo di cinque server nelle vicinanze.

Viene effettuato un ping verso ognuno di questi server per verificare quale risponde più velocemente. Il server più vicino fornisce generalmente risultatati più precisi.

A questo punto inizia il test vero e proprio. Vengono misurate la velocità di ping, la velocità di download e la velocità di upload.

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Come cancellare la cache nel browser! su  Morzilla Firefox

 

 








  1. Dalla barra dei menu fare clic sul menu Firefox e selezionare Preferenze....
  2. Selezionare il pannello Avanzate.
  3. Fare clic sulla scheda Rete.
  4. Nella sezione Memorizzazione dati non in linea fare clic sul pulsante "Cancella adesso".

--------------------------------------------------------------------------------------------------------

Su Internet Explorer







  1. In Internet Explorer, fai clic su Strumenti. Se il menu non è presente, premi il tasto Alt per visualizzare i menu.
  2. Seleziona Elimina cronologia esplorazioni.
  3. Seleziona la casella di controllo "File temporanei Internet".
  4. Fai clic su Elimina.
  5. L'operazione di eliminazione della cronologia della cache potrebbe richiedere diversi minuti. Una volta eliminati i file, fai clic su OK.
---------------------------------------------------------------------------------------------

Su Google Chrome

  1. Fai clic sull'icona della chiave inglese sulla barra degli strumenti del browser (in alto a destra).
  2. Seleziona Strumenti.
  3. Seleziona Cancella dati di navigazione.
  4. Nella finestra di dialogo visualizzata, seleziona le caselle di controllo relative ai tipi di informazioni che desideri rimuovere.
  5. Utilizza il menu in alto per selezionare la quantità di dati che desideri eliminare. Seleziona tutto per eliminare tutti i dati.
  6. Fai clic su Cancella dati di navigazione.


-------------------------------------------------------------------------------------
Su Safari

  1. Fai clic sul menu Safari.
  2. Seleziona Vuota la cache.
  3. Fai clic su Vuoto.
-------------------------------------------------------------------------------------------------

Su Opera

  1. In Opera, fai clic sul menu Strumenti.
  2. Fai clic su Preferenze.
  3. Seleziona la scheda Avanzate.
  4. Fai clic su Cronologia.
  5. Nella sezione "Cache su disco", fai clic su Svuota adesso.
  6. Fai clic su OK per chiudere la finestra Preferenze.

Scoprire chi si collega alla rete Wi-Fi senza permesso

 

Vediamo come scoprire se qualcuno usa la nostra rete Wi-Fi senza autorizzazione e ruba la connessione Internet.

Per scoprire se il vicino di casa o qualche estraneo si collega alla rete Wi-Fi senza permesso, rallentando di conseguenza la nostra velocità di connessione, dobbiamo cercare e identificare tutti i dispositivi collegati in wireless al modem router. Il metodo più veloce per identificare eventuali intrusi è quello di accedere al nostro modem router e cercare nel menu la voce client connessi oppure dispositivi collegati nella sezione wireless per visualizzare l’elenco dei dispositivi collegati.

In alternativa possiamo utilizzare WiFi Guard, uno scanner di rete capace di visualizzare computer, smartphone ma anche televisori Internet oppure Xbox collegati in wireless a una rete Wi-Fi.

WiFi Guard è gratuito, in lingua italiana ed è disponibile nella versione a 64bit e 32bit per Windows 8/8.1, Windows 7, Windows Vista, Windows XP e Linux. La versione per Mac è a pagamento.

 

Avviare WiFi Guard

Colleghiamoci al sito ufficiale di WiFi Guard.

Al fondo della pagina, sotto Download, selezioniamo la versione da utilizzare in base al sistema operativo del nostro computer.

WiFi Guard è disponibile per Windows, Mac e Linux. Se stiamo utilizzando Windows possiamo anche scegliere laWindows: Portable Edition, la versione portatile che non necessita di installazione sul sistema operativo.

Facciamo clic su Download WiFi Guard.

Al termine del download eseguiamo il file di installazione.

Selezioniamo la lingua di installazione e facciamo clic su Ok.

 

Selezionare la scheda di rete wireless (se necessario)

 

Se il nostro computer dispone di due o più schede di rete si aprirà la finestra di dialogo Impostazioni.

Nella scheda Essenziale facciamo clic sulla freccia sotto Adattatore di Rete.

Selezioniamo la scheda di rete wireless dall’elenco e facciamo clic su OK.

Attenzione: la scheda di rete wireless è riconoscibile nell’elenco dalla dicitura wi-fi oppure wireless.

Se nell’elenco vengono visualizzate due o più schede di rete wireless e non sappiamo quale scegliere selezioniamone una ed effettuiamo la scansione con WiFi Guard.

Se la scansione non viene eseguita facciamo clic su Impostazioni nella finestra principale di WiFi Guard.

Nella scheda Essenziale selezioniamo un’altra scheda di rete wireless (sotto la voce Adattatore di Rete) e facciamo clic su OK.

Ripetiamo la scansione con WiFi Guard.

 

Scansionare la rete Wi-Fi per identificare i dispositivi

 

Esaminare la rete

Nella finestra principale di WiFi Guard facciamo clic su Esamina Ora.

Verrà effettuata la scansione WiFi per rilevare tutte le periferiche di rete.

Al termine del processo di scansione verrà visualizzato l’elenco di tutti i dispositi collegati alla rete WiFi.

Attenzione: ripetiamo la scansione anche nei giorni successivi perchè un eventuale intruso potrebbe non essere collegato nel momento in cui abbiamo esaminato la rete.

 

Come leggere i risultati

 

Se gli unici dispositivi rilevati hanno il pallino verde significa che nessun estraneo è collegato alla nostra rete WiFi.

Vediamo però come indentificare gli eventuali altri dispositivi visualizzati nell’elenco con il pallino rosso.

Durante la prima scansione della rete WiFi Guard è in grado di riconoscere automaticamente soltanto il nostro computer e il nostro modem router. Se il programma rileva altri computer, smartphone, televisori Internet oppure Xbox ci avviserà con il seguente messaggio: WiFi Guard ha trovato (n) dispositivi non riconosciuti!

Tutti questi dispositivi verranno inizialmente identificati con un pallino rosso.

 

Identificare i dispositivi

 

Per capire se questi dispositivi ci appartengono oppure no facciamo in questo modo.

Spegnamo tutti i dispositivi collegati alla rete WiFi (computer, smartphone, televisore Internet, Xbox, ecc) tranne il computer con cui stiamo effettuando la scansione e il modem router.

Nella finestra principale di WiFi Guard facciamo clic su Esamina Ora per ripetere la scansione.

Se nell’elenco, oltre al computer e al modem router con il pallino verde, vengono ancora rilevati uno o più dispositivi significa che qualche estraneo è collegato in wireless alla nostra rete Wi-Fi.

 

Riconoscere i nostri dispositivi

 

Adesso dobbiamo dire a WiFi Guard quali sono i nostri dispositivi. In questo modo nelle successive scansioni saranno automaticamente riconosciuti e identificati con un pallino verde.

Se non siamo in grado di identificare i dispositivi tramite le informazioni fornite nella colonna Produttore oppure dal loroIndirizzo IP possiamo fare in questo modo.

Spegnamo tutti i dispositivi collegati alla rete WiFi (computer, smartphone, televisore Internet, Xbox, ecc).

 

Accendiamo un dispositivo alla volta e ripetiamo la scansione WiFi.

WiFi Guard ci avviserà di aver trovato un dispositivo non riconosciuto (il nostro dispositivo che abbiamo appena acceso).

Nell’elenco dei dispositivi facciamo doppio clic sul pallino rosso.

Nella finestra Proprietà selezioniamo la casella di controllo Conosco questo computer o dispostivo.

In Commento digitiamo il nome del dispositivo che abbiamo appena acceso per poterlo riconoscere nella finestra principale di WiFi Guard.

Facciamo clic su OK.

Ripetiamo questa procedura anche per gli altri dispositivi.

 

Significato delle informazioni rilevate

 

Indirizzo IP: indica l’indirizzo IP (Internet Protocol Address) dei dispositivi rilevati.

L’indirizzo IP è un’etichetta numerica che viene assegnata ad ogni dispositivo collegato a una rete informatica per identificarlo in modo univoco.

Indirizzo MAC: indica l’indirizzo MAC dei dispositivi rilevati.

L’indirizzo MAC (Media Access Control) è un codice alfanumerico che viene assegnato dal produttore ad ogni interfaccia di rete per identificarla in modo univoco.

RTT: indica il tempo di ping (ping time) cioè il tempo che il dispositivo remoto ha impiegato per rispondere.

Nome: è il nome del computer o del dispositivo rilevato.

Informazioni: contiene informazioni sul dispositivo rilevato.

Produttore: indica il produttore del dispositivo rilevato.

Modificare l’itervallo di tempo tra una scansione e la successiva

WiFi Guard effettua automaticamente una scansione della rete Wi-Fi ogni 30 minuti.

Se vogliamo modificare il tempo che intercorre tra una scansione e la successiva dobbiamo aprire WiFi Guard.

Facciamo clic su Impostazioni.

Nelle Opzioni di Scansione, in Esamina la rete ogni (minuti): scegliamo ogni quanti minuti effettuare la scansione (da 0 a 60 minuti).

Facciamo clic su OK.

 

Cosa fare se qualcuno ruba la connessione Wi-Fi

 

Se abbiamo rilevato un dispositivo che non conosciamo significa che qualcuno ruba la connessione e sta usando la nostra rete Wi-Fi senza permesso.

Vediamo quindi quali sono le contromosse da attuare.

Attenzione: tutte queste modifiche devono essere effettuate nel pannello di controllo del nostro modem router wireless.

• Utilizziamo una password di accesso per la rete Wi-Fi.

Prima di tutto verifichiamo che la nostra rete Wi-Fi sia protetta da una password. In caso contrario impostiamo una password di accesso.

• Cambiamo la password di accesso della rete Wi-Fi.

Se la nostra rete Wi-Fi è protetta da una password di accesso è possibile che qualcuno l’abbia identificata. Cambiamo la password di accesso.

• Usiamo una password sicura.

Non usiamo come password 12345678, la parola password, la nostra data di nascita, il nostro numero di telefono o qualsiasi altra informazione riconducibile alla nostra persona.

Una password sicura deve essere composta da almeno otto caretteri alfanumerici, deve contenere lettere minuscole e lettere maiuscole e almeno un segno di punteggiatura.

Non deve contenere una parola o una frase di senso compiuto.

• Modifichiamo periodicamente la password di accesso.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------

Applicazioni Per Chiamare Gratis

 

Sono sempre di più le app di messaggistica instantanea che offrono anche la possibilità di telefonare ai propri contatti.
L’ultima novità arriva ancora una volta da Facebook, che qualche giorno fa ha introdotto sull’app Messenger le chiamate vocali gratuite tramite VoIP, in prova già nel corso del 2013 per gli utenti di Stati Uniti e Canada e ora estese a chiunque l’abbia scaricato sul proprio smartphone o tablet, sia Apple o Android.
In assenza di una rete Wi-Fi, al servizio vengono applicati i costi per la trasmissione dei dati a seconda del proprio piano tariffario e, come già avviene per Skype, si potrà valutare la qualità della telefonata attraverso una scala da una a cinque stelle.

LA DIFFUSIONE DI TELEGRAM
I recenti disservizi di Whatsapp, acquistata da Mark Zuckerberg per 19 miliardi di dollari, e la relativa lentezza nell’aggiornamento delle funzionalità rispetto ai competitors, stanno in compenso favorendo la diffusione di Telegram, l’ultima creatura di Pavel e Nikolai Durov, che utilizza chiavi crittografiche per criptare i contenuti inviati.
Solo nei giorni immediatamente successivi alla cessione dell’app (quasi) gemella al social network, è stata scaricata e installata su più di 5 milioni di smartphone.
Per saperne di più: Telegram (Guida)

VIDEOCHIAMATE
Per quanto riguarda le videochiamate di gruppo, invece, dopo Google Hangouts (Guida), a insidiare il primato di Skype arrivano Friend Caller (Guida) e ooVoo (Guida) : se il primo permette di video-chattare in contemporanea con sette persone, con il secondo si possono addirittura inserire fino a 12 partecipanti nella conversazione, inviare file e brevi filmati e chiamare gratuitamente verso Stati Uniti e Canada, sia su telefono fisso che cellulare.
Tutto a costo zero.
Nelle ultime 24 ore una novità è però arrivata anche in casa Vine (Guida) .
Oltre alla condivisione di video di 6 secondi, ora si potrà chattare e inviare filmati a uno o più contatti e, via e-mail, pure a chi non utilizza l’app (che è di proprietà di Twitter).
Già da diversi mesi, invece, Instagram (Guida) ha aggiunto la possibilità di scambiare messaggi privati, a singoli o gruppi di massimo 15 persone (ma solo a partire da una foto o da un video): una scelta diretta non tanto a contrastare i servizi di instant messanging, quanto Twitter.

L'APP OFFLINE!
E se non si possiede internet? FireChat, a una settimana dal lancio sta rapidamente scalando le classifiche delle app più scaricate, consente di inviare messaggi anche senza copertura 3G o Wi-Fi, grazie al Multipeer Connectivity Framework, introdotto da Apple con iOS7, che crea una catena di diversi dispositivi in grado di portare i dati a destinazione saltando da un apparecchio all’altro.
È possibile conversare e inviare foto in modo anonimo con le persone intorno a noi, ovvero a portata di Bluetooth, oppure accedere a un’unica grande chat nella stanza “Everyone”.
Impossibile per il momento dialogare con chi utilizza Firechat su un dispositivo Android, ma dall’azienda fanno sapere che è già allo studio una rete che sfrutterà tutti i punti di aggancio possibili per moltiplicare le interazioni tra gli utenti.

Articoli di applicazioni con le quali è possibile inviare SMS gratis e chiamare fissi e cellulari gratis o a basso costo:
Whatsapp Per PC (Guida)
Line (Guida)
Blackberry Messenger (Guida)
Facebook Messenger (Guida)
WeChat (Guida)
ChatOn (Guida)
Indoona (Guida)
Forfone (Guida)
Clouditalia Simfonia (Guida)
Mtalk Unlimitated (Guida)
Rebtel Cheap And Free (Guida)
Tango Video Calls (Guida)
Upptalk (Guida)
 
--------------------------------------------------------------------------------------------------------

Come Localizzare La Posizione Geografica Di Una Persona Da Un IP

 
Vuoi conoscere la posizione geografica di una persona ?
Se hai un indirizzo IP da cui partire, puoi riuscirci facilmente.
L’indirizzo IP è un numero univoco che ti permette di identificare la posizione di un computer, smartphone, tablet e qualsiasi altro dispositivo connesso ad Internet.
Grazie ad esso puoi risalire alla posizione geografica delle persone, anche se non è possibile ottenere indicazioni precise.
Puoi scoprire la città da cui proviene un indirizzo IP ma non l’indirizzo di casa della persona da localizzare.


COME LOCALIZZARE UN IP
Per localizzare una persona, puoi usare: InfoSniper
Si tratta di un servizio online gratuito che permette di visualizzare su una mappa di Google, Windows Live o Yahoo! la posizione geografica di una persona partendo dal suo indirizzo IP.
Per usarlo, collegati alla sua home page e metti il segno di spunta accanto al nome del servizio di mappe che vuoi usare per effettuare la localizzazione: Google Maps, Windows Live Maps o Yahoo! Maps.
Poi non ti resta che digitare l’indirizzo IP da localizzare nel campo di tasto collocato in alto a sinistra e clicca sul pulsante Check per avviare la ricerca.
Nel giro di pochi secondi, visualizzerai una mappa con un segno sulla città di provenienza dell’IP ricercato e in basso tutte le informazioni tecniche sull’IP, come il provider a cui appartiene, il nome dell’host ed altri dettagli inerenti la posizione geografica (longitudine, latitudine, ecc.).
Info Sniper include anche funzioni avanzate che permettono di localizzare una persona ancora più facilmente. Ad esempio, puoi cliccare sui pallini blu o sulle icone di Wikipedia presenti nella parte bassa della pagina per avere informazioni più dettagliate sull’indirizzo IP trovato (IP Address), il provider, la città (City) da cui proviene l’indirizzo e molto altro ancora.
Inoltre, mettendo il segno di spunta accanto alla voce Two Maps, puoi attivare la visualizzazione di due mappe contemporaneamente per avere una visione ancora più chiara della posizione geografica in cui si trova l’intestatario dell’IP.
Le mappe usate in Info Sniper, come quelle che si trovano normalmente su Google Maps, Bing e Yahoo!, possono essere navigate e zoomate liberamente usando il mouse.
 

Tutte queste notizie e altro su darkspace

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
A chi non è mai caduta l'acqua sul PC o portatile? Spero che non siate in tanti perchè è qualcosa di davvero odioso e per una cazzata del genere rischiate di perdere il pc!

SPEGNERE IL PC
Per prima cosa il PC/portatile va spento.
Rimuovi subito la batteria, l'alimentatore e scollega il dispositivo dopo aver versato del liquido.
Il danno più grave da evitare è il corto circuito del computer.
L'attività elettrolitica dovuta alla presenza di elettricità e liquido inizierà appena i due elementi entreranno in contatto, perciò è essenziale rimuovere subito l'alimentazione e la batteria.
Anche tutti i dispositivi sterni vanno rimossi.


RIMOZIONE DELL'ACQUA
Rovescia il computer per impedire al liquido di raggiungere le parti inferiori del computer e pulisci ogni goccia di liquido che puoi raggiungere.
Usa fazzoletti di carta o altri materiali assorbenti che non lascino pelucchi.
Alcune tastiere sono progettate per proteggere l'interno del computer dai liquidi: fai defluire il liquido che si trova nella tastiera.
Rimuovi e pulisci la tastiera se puoi farlo facilmente.
Controlla lo schermo, i tasti della tastiera, e i pulsanti. Usa un panno pulito, leggermente umido.
Se non riesci ad asciugare tutto il liquido, potrebbe essere necessario rimuovere il case del portatile. Alcune bevande possono contenere agenti chimici in grado di corrodere i circuiti interni.
Se non ti senti in grado di smontare il tuo computer, allora fallo fare a un esperto, prima possibile.
Rimuovi il disco rigido per proteggere i tuoi dati.
Rimuovi tutte le schede a cui puoi accedere.
Usa uno spazzolino o un panno senza peli per rimuovere delicatamente ogni residuo solido di liquidi come cola o caffè.
Soffia via i residui con dell'aria compressa, o usa un aspirapolvere di potenza regolabile per garantire un'aspirazione gentile delle polveri residue.
Se hai versato sul portatile un liquido diverso dall'acqua, lavarlo via sarà la parte più difficile.


COSE DA NON FARE
Se lasci che i liquidi si asciughino senza pulirli, tieni presente che gli acidi presenti ossideranno i circuiti e potrebbero causare un guasto.
L'acqua e l'elettricità non vanno d'accordo!
Assicurati che l'alimentazione sia completamente scollegata.
Aprire il case invaliderà la garanzia.
Probabilmente anche versare dei liquidi acidi nel computer la invaliderà, perché poche garanzie coprono questo tipo di danni.
Qualunque cosa tu decida di fare, non accendere il computer per verificare che funzioni.
Lascia almeno 24 ore al computer per asciugare.
Anche l'acqua pulita del rubinetto può distruggere i componenti elettronici, perché contiene minerali e agenti chimici aggiunti, come il cloro e la candeggina.
Un alimentatore completamente bagnato andrà sostituito.
I solventi organici possono essere dannosi ed esplosivi.
Usali solo in ambienti ben ventilati e con gli equipaggiamenti protettivi adeguati, come guanti e maschera.
Molti, se non tutti, i portatili contengono una batteria CMOS che produce una piccola quantità di energia.
Anche questa piccola quantità potrebbe essere abbastanza da causare un corto circuito. La soluzione migliore è rimuoverla (assomiglia a una batteria per orologi) prima possibile, dopo aver versato del liquido.
Nota però che questa procedura cancellerà ogni impostazione personalizzata del BIOS.

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------


Cosa fare se malauguratamente il vostro smartphone/cellulare cadesse in acqua?

RIMUOVERE IL CELLULARE DALL'ACQUA
Rimuovi il cellulare dall'acqua il prima possibile.
L'acqua può entrare nel cellulare dalla spina per il caricamento, dagli altoparlanti e da tutte le aperture. Prendi il cellulare velocemente e spegnilo subito, per evitare un corto circuito, se il cellulare è stato in acqua, probabilmente l'acqua è entrata, anche se funziona ancora.
Un periodo d'immersione prolungato, come un ciclo di lavaggio, può essere preoccupante, ma vale comunque la pena provare i passaggi seguenti per cercare di salvare il telefono prima di arrenderti.
Se il telefono è collegato a un caricatore quando cade in acqua, non cercare di recuperarlo. Fatti aiutare da un esperto che possa consigliarti il metodo corretto per recuperare il cellulare in sicurezza. L'elettricità e l'acqua potrebbero provocare un corto circuito.
Rimuovi la scheda SIM del tuo telefono.
Le schede SIM sopravvivono bene all'acqua, ma rimuoverle subito è comunque la scelta migliore. Asciugala e mettila da parte finché non provi ad accendere nuovamente il telefono.
Rimuovi tutte le periferiche come cuffie, memory card e tutte le custodie.
Rimuovi tutte le coperture che coprono slot, aperture e spazi vuoti del tuo telefono per permettere all'aria di asciugarli.


ASCIUGARE SUBITO IL CELLULARE
Dopo aver tolto il cellulare dall'acqua, procurati subito dei fazzoletti di carta o dei panni morbidi su cui poggiare il telefono mentre rimuovi la batteria.
E' uno dei passaggi più importanti per salvare il telefono.
Molti circuiti sopravvivranno all'immersione se non saranno alimentati.
Per scoprire se il tuo telefono è stato danneggiato dall'acqua, controlla l'angolo vicino alla batteria - dovresti vedere un cerchio o un quadrato bianco, con o senza linee rosse.
Se questo è rosso, il tuo telefono ha subito danni.
Asciuga il tuo telefono con un panno morbido o un asciugamano.
Anche una sola goccia d'acqua rimasta all'interno potrebbe rovinare il tuo telefono, ossidando i circuiti o provocando dei corto circuiti.
Dovrai rimuovere quanta acqua possibile in modo veloce, per impedire che penetri nel telefono.
Puoi provare a risucchiare via il liquido dalle parti più interne del telefono con un aspirapolvere.
Rimuovi tutta l'umidità residua passando un aspirapolvere sulle zone bagnate per venti minuti.
Questo è il metodo più veloce e può asciugare completamente il tuo telefono e farlo tornare funzionante in trenta minuti.
Non è consigliato però accendere il tuo telefono così presto, a meno che l'esposizione all'acqua non sia stata estremamente breve.
Poggia il telefono su carta assorbente, su fazzoletti o altra carta. Dopo aver rimosso il telefono dal riso o dal essiccante (o se non hai potuto usare questi metodi), poggia il telefono su un materiale assorbente. Ricorda che il tuo scopo è eliminare tutta l'umidità dal dispositivo.
Controlla il materiale assorbente ogni ora per 4-6 ore.
Se l'alone di umidità è evidente, ripeti i passaggi di aspirazione e del riso.


PROVARE A RIACCENDERLO DOPO QUALCHE GIORNO
Dopo aver atteso almeno 24 ore, o più se necessario, controlla che ogni parte del tuo telefono sia pulita e sembri asciutta.
Controlla tutte le porte, gli scompartimenti e nelle aperture la presenza di umidità o sporcizia.
Rimuovi tutta la polvere e la sporcizia dal telefono e inserisci la batteria. Prova a accendere il dispositivo, facendo attenzione a rumori insoliti e verificando il corretto funzionamento del telefono.
Se il tuo telefono è completamente asciutto, ma non funziona comunque, prova a collegarlo al caricatore senza batteria.
Se il telefono funziona, probabilmente hai bisogno di una nuova batteria.
Se il tuo telefono si accende ma non funziona correttamente dopo averlo asciugato, probabilmente non sei riuscito a rimuovere del liquido, o i circuiti si sono già corrosi.
Rimuovi tutte le coperture, la batteria, le schede e altre periferiche, e strofinalo delicatamente con un pennello o uno spazzolino pulito e asciutto.


COSE DA NON FARE
Fai attenzione a non tenere l'aspirapolvere troppo vicino al telefono, perché gli aspirapolvere possono creare elettricità statica, che può danneggiare il tuo telefono più dell'acqua.
Non usare un asciugacapelli per asciugare un telefono.
Contrariamente a quanto si pensa non è consigliato usarlo (neppure in modalità fredda).
Usare un asciuga capelli potrebbe spingere l'umidità più in profondità e farle raggiungere i componenti elettrici.
Se l'aria sarà troppo calda inoltre, potresti sciogliere i componenti o la custodia.
ria molto asciutta sarà un ottimo ambiente per asciugare il telefono.
Non mettere il cellulare in forno o nel microonde per asciugarlo.
Lo distruggerai e rischierai di distruggere il microonde e di provocare un incendio.
Anche se seguirai tutti questi passaggi, i minerali disciolti nell'acqua possono provocare la corrosione o il corto circuito dei componenti del telefono.
I piedini dei componenti sono così vicini che anche un'incrostazione piccolissima può creare un corto circuito, rendendo il telefono inutilizzabile.
Non riscaldare la batteria o potrebbe perdere o esplodere.
Le batterie agli ioni di litio sono sensibili.
Se usi un asciuga capelli, assicurati di rimuovere la batteria prima.
Se usi l'alcool, fallo all'aperto e non riscaldare il telefono in nessun modo.
Non rimettere la batteria finché l'odore di alcool non è svanito.

 

get-fans-88x31






beruby.com - Risparmia acquistando online
qr gradagna con facebook
qr gradagna con facebook
Popolarità
adf.ly banner
adf.ly banner
free counters
home page
sito web